coaching/inspiration

Abbondanza: la vita e il lavoro che ti aspetti

Dal dizionario: “Abbondanza” = quantità di prodotti, di mezzi o di sussidi superiore al bisogno.
Il nome deriva dalla parola latina abundantiam, che significa “ricchezza di beni”; era il nome della dea romana che personificava l’abbondanza. Fu usato in seguito in ambiente cristiano per augurare alla nuova nata di possedere grande ricchezza di doti spirituali e di virtù.

Grande quantità quindi di viveri, di ricchezze, d’ingegno, di parole, di idee, di precauzioni….etc
Il suo contrario è: scarsezza, penuria.

Perchè questo preambolo? Per ispirare meglio la riflessione.

Spesso infatti coloro che ricercano l’abbondanza desiderano veder materializzare (spesso sotto forma di denaro, ricchezza, beni, successo) cose che NON hanno, NON possiedono.

🍒Se invece ci rifacciamo al significato di abbondanza, scopriamo che si tratta di un qualcosa di cui semplicemente potremmo volerne di più.  🍒
Ma ciò implica che un po’ dobbiamo già averne. Infatti averne una quantità superiore al bisogno vuol dire che una quantità di partenza, già l’ abbiamo. Anche se è minima. Anche se spesso non ci sembra, o la diamo per scontata.
Ed è questo il problema: non ce ne rendiamo conto.

Sentiamo la 😰 “scarsità” e non la  😍 “presenza” di quell’elemento nella nostra vita. Non sentiamo quell’energia presente.  🐥
Non la sentiamo perché la cerchiamo fuori, mentre è già in noi, ed è lì che dobbiamo andare a recuperarne la sensazione, l’emozione, la ricchezza della sua presenza.
Dobbiamo imparare a “capitalizzare” più che a “ottenere” qualcosa di nuovo.

Inoltre, non si tratta tanto di desiderare una moltitudine, una varietà di aspetti…quanto di una maggiore quantità di un qualcosa per noi importante.
Insomma: hai 3 e ne vuoi 7. Hai 1 e ne vuoi 10.

Ma di cosa?
E qui arriva il bello. Ripeto: di un qualcosa che già abbiamo!
Abbondanza non è legata solo alla ricchezza, al denaro, casa, lavoro. Abbondanza può essere d’amore, spiritualità, amicizia, positività, divertimento, tempo, silenzio, pace, etc.

Il desiderio di abbondanza è strettamente legato ai nostri bisogni. Dove risiedono i tuoi reali bisogni oggi?
Di cosa ne hai bisogno di più?
Qualsiasi cosa tu desideri in misura maggiore nella tua vita, questa è energia! 
E in quanto energia ci può arrivare in forme molto diverse (soprattutto diverse da ciò che ci immaginiamo o attendiamo).
Il denaro è energia, la salute è energia, etc…tutto è energia. Noi siamo energia.
🔦 Invece di focalizzarti su aree che al momento reputi non presenti nella tua vita, per ottenerle, ti chiedo di focalizzarti su aspetti che già possiedi.
Perché?
Perché visto che noi siamo espressione dell’universo, noi siamo già il tutto e il tutto è in noi. Dentro di noi c’è quindi già quell’aspetto di cui ne vogliamo di più, di cui aspiriamo a una maggiore presenza nella nostra vita abbondante.

🔦 Riporta la tua attenzione (necessaria affinché si materializzi l’abbondanza) sugli aspetti per te importanti.
Individuali davvero!
✏ Quindi ora, prendi un foglio e una penna e decidi gli aspetti, le aree della tua vita nelle quali vuoi maggiore abbondanza.
Relazioni? Lavoro? Salute? Spiritualità? Divertimento? Ambiente in cui vivi? etc…

📝 In una scala da 0 a 10 attribuisci un valore a dove pensi di trovarti ora.
Es. hai già una casa, ma ne vuoi una più grande. Che numero attribuiresti ora all’area casa?
Es. 6,5.
👐 ok: ora, per prima cosa “benedici” quella presenza, quell’energia presente nella tua vita. 
👐 Hai già un 6,5. Ringrazia.  👐

Ora, se per gli obiettivi di vita che hai, ne vuoi di più, se vuoi portare quel 6,5 che ne sò, a 8, allora devi lavorare su uno scarto di 1,5.
A cosa serve questa consapevolezza? A capire che tu hai già la presenza di quell’aspetto, anche se in una misura che potrebbe non essere più sufficiente per te, per gli obiettivi che hai ora, etc.

Quindi, per il prossimo mese, concentrati nel:

🍀 rintracciare l’ambito in cui vuoi abbondanza

🍀 tenere l’attenzione sul tuo desiderio di abbondanza nell’ambito scelto: benedicendo ogni giorno per il quantitativo che già hai (es. il 6,5). E se ad esempio vuoi una casa più grande perché: vuoi fare più cene con gli amici, vuoi ospitare qualcuno, hai bisogno di uno spazio per il tuo nuovo bebè o per meditare…bhè, definisci molto bene il come ti farebbe sentire quell’averne di più. Assapora quella sensazione. Quella emozione. Quella energia.
E’ importante. La devi sentire. E ora, prova ogni giorno a esercitare quella sensazione, quel desiderio già con quanto hai

🍀 prova a vivere “COME SE” quell’1,5 si fosse già realizzato. Cambia disposizione dei mobili, crea spazio, prenditi cura dell’ambiente, fai in modo di sentirti e vivere “come se”…già ora. Comincia a realizzare il tuo desiderio. Entra in azione.
Non sprecare il tempo a lamentarti della carenza di quell’1,5, ma a renderlo concreto a livello di energie ed emozioni già da subito nella tua vita.
Il presente è il tuo laboratorio. E’ qui, con quanto hai, che devi esercitarti.
Inizia subito!
Inoltre, prima ancora di concentrarti sull’avere (di più), ricorda la potenza del dare.
Dare fiducia a te stesso e all’universo, prima di tutto.
Puoi dare del tempo, una parola buona, una mano a qualcuno, un sorriso a chi ti attraversa la strada, un cambio turno a un collega, e questo ti restituirà sempre qualcosa sotto forme le più diverse e insospettabili a priori: occasioni, amicizie, informazioni giuste, lavoro, che poi ti potranno portare anche altro, quando meno te lo aspetti. L’abbondanza ti arriva anche in forme diverse da quelle in cui le riconosci.
Il tuo esercizio di consapevolezza sta nell’imparare a dare fiducia all’universo, e riconoscere e accettare cosa accade in risposta.

🐚 Questo espanderà i tuoi confini, attrarrà la materializzazione di quella sensazione che già stai vivendo, e rendendola concreta di fatto grazie al tuo diverso modo di vedere la realtà che ti circonda e al tuo nuovo modo di operare in essa (si, perché devi anche essere pronto ad agire).

E ora decidi (questa stessa è un’azione):

🎣 Di cosa ne vuoi di più? 
Decidi pochissimi aspetti e inizia a lavorarci.
Inizia la giornata benedicendo per quanto già hai di quell’aspetto.
🎣 Decidi quanto ne vuoi di più? E perché? Come ti vuoi sentire? 
🎣 Cosa accadrà di diverso grazie al manifestarsi dell’abbondanza nella tua vita?
E ogni giorno prova a rendere concreta quella energia.
Ogni giorno esercita il dare, in qualsiasi forma ti venga più facile farlo. Questo ti aiuterà a trasformare quell’energia da “carenza” ad “abbondanza”.Ti consentirà di rimettere in circolo quell’energia stessa. Di farla muovere. Come l’Universo.
A fine giornata ringrazia ancora per quanto hai provato, sentito al riguardo.
Rifai il punto della tua consapevolezza e nota quanto cambia e cos’altro cambia.
🎣 Quanto muta la tua sensazione di abbondanza?

🌱 🌱 🌱 L’abbondanza va curata come un terreno, che dentro ha i suoi semini e che tu devi innaffiare quotidianamente per poter ottenere la fantastica soddisfazione di vedere la meraviglia di una piantina che cresce.
Se tu dici “vorrei delle piante bellissime”, ma di fatto non presti loro attenzione, non le innaffi, non cominci a intrattenere con loro una relazione, a chiamarle per nome, a dire loro che le ami e sono bellissime, nessuna magia potrà accadere.
Spesso non ne abbiamo in abbondanza perché non siamo ancora arrivati neanche a sentire di averne a sufficienza.
Parti da qui. Dal prendere consapevolezza che quel qualcosa che cerchi è già in te. 
Il seme c’è. Inizia dall’innaffiarlo di cura e attenzione
.

🔮  ✨ E aspettati la vera magia!  ✨ 🔮

2 thoughts on “Abbondanza: la vita e il lavoro che ti aspetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.