Personal Branding

Il Personal Branding, insieme al Coaching e alla Scrittura è uno dei miei 3 amori! Tanto è vero che ho l’onore di curare la rubrica “Il Personal Branding del Coach”  su Coach Mag – il Magazine del Coaching in Italia.

Mai come oggi un lavoro sul proprio Personal Branding è diventato essenziale. E’ uno dei tasselli imprescindibili per il proprio Career Management o gestione della Carriera, se preferite.

Ci aiuta a comunicarci in maniera chiara, autentica, efficace.

Ci aiuta a mantenerci visibili e rivendibili sul mercato.

Ci aiuta ad attrarre i giusti clienti se sei un libero professionista o imprenditore, e i giusti datori di lavoro, se aspiri a un lavoro da dipendente. Sì, attrarre….hai capito bene. Il Personal Branding ti fa invertire la rotta cui sembri destinato ovvero quello di inviare centinaia di CV nel vuoto senza ottenere risposte o di spingere, spingere spingere all’esterno per trovare e mantenere fidelizzati i clienti con molto sforzo e investimento economico.

Lavorare sul proprio Personal Branding vuol dire focalizzare i propri punti di forza,
chiarire a se stessi il valore che offriamo a quanti intendano scegliere di lavorare con noi o assumerci.

Un punto essenziale da capire rispetto al Personal Branding è che non stiamo parlando di “vendere” un’immagine preconfezionata, inautentica e sinceramente poco efficace e credibile, col rischio che nel tempo diventi una gabbia dalla quale noi stessi non riusciamo ad uscire.
Al contrario!
Costruire il proprio Personal branding è un lavoro dinamico e in costante aggiornamento.
Il proprio Personal Branding infatti evolve e si arricchisce con noi e la nostra professionalità.

Gli strumenti che si possono usare per lavorare sul proprio Personal Branding sono….tutti!
Ma di certo, tutti sono accomunati da un 2 elementi: la consapevolezza e la comunicazione.

Dal CV, alla Biografia, alla scrittura di un blog, all’uso dei social media, allo sviluppare un network, al parlare in pubblico, al migliorare la propria immagine, al potenziare alcune competenze e fare in modo che chi ci è intorno le riconosca, al gestire le emozioni per potenziare le proprie performances.
Dietro tutto questo, c’è un lavoro su di Sé, sui propri valori, sulla propria energia, sul comportamento più funzionale per allinearsi con i propri obiettivi, il proprio ruolo e la propria professionalità. E poi c’è tanto lavoro di buona comunicazione.

E, trasversalmente a tutto ciò, c’è un altro elemento fondamentale: l’ascolto!
Non è possibile comunicare efficacemente senza ascoltare ed osservare gli stimoli che ci ritornano dall’esterno.
Il Personal Branding non è una emissione unilaterale ma un continuo dialogo tra noi e l’esterno.

Se vuoi lavorare sul Personal Branding per te o la tua azienda contattami qui e fammi tutte le domande che vuoi! Sarà mio piacere risponderti.
I am digitally distinct! Visit onlineIDCalculator.com